Risotto con Bresaola e Indivia Belga

26 febbraio 2014|Posted in: PRIMI PIATTI

Sono appena tornata a casa da una lunghissima giornata di lavoro!

Abbiamo sfornato circa 300 tortini al cioccolato con i bimbi e ci siamo anche inventati una caccia al tesoro di carnevale. Il tutto mentre dovevo formare un paio di nuove college che si occupano dei piccoli. Una bravissima e una che non riusciva neanche a capire che non si deve fumare davanti ai bimbi…

 

E ora ho cinque minuti, mentre riempio l’acqua della vasca, per darvi la ricetta di oggi… un risotto davvero fantastico e facile da fare che qui é piaciuto molto.

 

In Italia, a inizio febbraio (e per chi mi legge spesso, sarà un po’ una ripetizione) sono stata a Golositalia, una fiera enogastronomica che si teneva a Brescia. E li ho trovato tanti prodotti davvero ottimi che mi ero ripromessa di usare nelle mie ricette… tra cui LA BRESAOLA. 

In realtà era cosi buona che é stata mangiata quasi interamente cosi, al naturale o con olio, pepe e limone.

Ma sono riuscita a conservarne un pezzettino e ho voluto sperimentare questo piatto che mi trottava per la testa da un po di tempo.

 

Per togliere il sale in eccesso l’ho avvolta in una di quelle buste per i quaderni ad anelli (pulita e nuova, ovviamente) e l’ho lasciata in frigo.

In questo modo il sale é venuto in superficie, l’ho lavata e ho grattato via la crosta di sale e cosi la mia bresaola era pronta per essere tagliata a cubetti e utilissata per il mio risotto.

 

Ed ecco quindi cosa c’era come ingrediente misterioso! Proprio Lei, la Bresaola di Golositalia.

 

Risotto con Bresaola e Indivia Belga

 

INGREDIENTI (per 4 persone):

 

4 tazzine di riso

2 fette di bresaola spesse un centimetro

5 indivie (o endivie? non ricordo più come si dice in italiano)

1 cipolla bella grossa

1 dado

acqua qb

1 bicchiere di vino rosé

2 cucchiaini di olio EVO

 

PREPARAZIONE:

 

Dopo tutta la trafila per dissalare la bresaola la si deve tagliare a cubetti.

Poi lavata l’indivia per bene, togliete le prima foglie esterne e tagliatela a rondelle.

Tagliate anche la cipolla a fettine.

Mettete in una padella antiaderente dai bordi alti due cucchiaini di olio e la cipolla a imbiondire.

In seguito aggiungete l’indivia e la bresaola e fate cuocere un pochino.

Portate il tutto sui bordi della padella e in mezzo mettete il riso a tostare.

Aggiungete il vino rosé e fatelo sfumare.

Ora aggiungete l’acqua, bollente, fino a coprire il riso e lasciate cuocere mescolando di tanto in tanto e controllando che il livello dell’acqua non si abbassi troppo.

Quando il risotto é pronto potete mantecarlo con una noce di burro e parmigiano grattuggiato.

Ed il piatto é pronto, diverso, ricco di sapori e credo, di mia invenzione (non ne ho mai sentito parlare in giro insomma, ma magari un qualche altro cuoco ci ha pensato prima di me, boh)!

 

Buona serata a tutti, io mi concedo un bagno caldo e poi mi dedico alla cena di oggi… Sempre se non mi addormento in vasca perché é stata davvero una giornata durissima (12 ore di lavoro e neanche 5 minuti di pausa)!

 

 

Lascia un tuo commento